SUDAFRICA - Cape Town, Karoo, fiori e balene

Cape Town, Karoo, fiori e balene
L’itinerario ricalca quello di “Cape Town e il Karoo” escludendo la Garden Route ma arricchendosi con il West Coast National Park e l’Overberg. Il primo circonda la Laguna di Langebaan e si affaccia sull’Oceano Atlantico; proprio il tratto costiero offre spiagge bianchissime e scogliere selvagge. L’ecosistema del parco, oltre a farne uno dei più importanti siti mondiali di birdwatching, consente una fioritura eccezionale che esplode all’inizio della primavera australe. L’Overberg, invece, è un’area costiera bagnata da uno dei tratti oceanici con maggior concentrazione di balene, numerose da luglio a novembre e in particolar modo da metà agosto. Alla storia e ai paesaggi sudafricani, quindi, si aggiungono i colori della fioritura e l’incontro ravvicinato con i grandi mammiferi marini. Per non parlare degli animali della savana.

15 giorni dal 18 agosto 2018
gruppo da 8 a 12 partecipanti da
 37.400 ZAR (€ 2.361,72) a persona + volo

in compagnia di Corrado Passi, autore della guida Cape Town

GIORNO 1 – PARTENZA DALL’ITALIA
Volo indipendente per il Sudafrica.

notte: in aereo

GIORNO 2 – ARRIVO E INTRODUZIONE A CAPE TOWN
All’arrivo a Cape Town International Airport, dopo aver sbrigato le formalità doganali, incontriamo Corrado e raggiungiamo in minibus privato l’hotel. Nel pomeriggio visita al Waterfront, lo storico complesso portuale ristrutturato e trasformato in un’area dedicata a ristoranti, negozi e locali per ammirare il panorama di Table Mountain dal porto. Tempo permettendo, veduta della città, al tramonto, dalla sommità di Signal Hill.

notte: Cape Town

GIORNO 3 – SCOPRIRE CAPE TOWN
Se nuvole e vento lo consentono, saliamo con la funivia in cima alla Table Mountain, da cui si gode un panorama spettacolare. Il Kirstenbosch National Botanical Garden è uno dei giardini botanici più ricchi e spettacolari del mondo, esteso sulle pendici di Table Mountain. Oltre a innumerevoli esempi di flora endemica, ospita una sezione dedicata alle specie succulente dei territori aridi del Nord. Nel pomeriggio ci immergiamo nella storia e nell’architettura cittadina. Sullo storico parco Company Gardens si affaccia, tra gli altri, lo Slave Lodge, forse il più antico edificio del paese. Greenmarket Square risale all’inizio del XVIII secolo e presenta interessanti edifici, come la Market House, in stile art déco. Altre opzioni sono il Gold of Africa Museum, sede di magnifiche collezioni di gioielleria africana; Long Street, arteria vittoriana del centro storico; Bo-Kaap, quartiere malese dalle caratteristiche case color pastello; Castle of Good Hope, edificio costruito intorno al 1670 per la difesa militare della città.

notte: Cape Town

GIORNO 4 – LA PENISOLA DEL CAPO
Partiamo presto per l’escursione alla Cape Peninsula. Le prime soste sono dedicate alla storica cittadina di Simons’s Town e alla colonia di pinguini africani di Boulders Beach. Cape of Good Hope Nature Reserve offre panorami mozzafiato sull’oceano, spiagge di sabbia bianca finissima, un promontorio a picco sul mare e una vegetazione endemica, il fynbos, che comprende migliaia di piante. Dopo pranzo rientriamo a Cape Town lungo la strada costiera, un susseguirsi di panorami molto suggestivi con villaggi di pescatori e tratti stradali a picco sull’oceano. L’ultimo scorcio è quello sui contrafforti rocciosi dei Twelve Apostles, che contribuiscono ad accreditare Camps Bay tra le spiagge più scenografiche del pianeta.

notte: Cape Town

GIORNO 5 – LA REGIONE DEI VINI
Le Cape Winelands sono parte integrante di un percorso culturale del Sudafrica; non possiamo, quindi, non dedicarle un’intera giornata. Le Winelands restano un’area a predominanza culturale Afrikaans e conservano edifici storici tipici dell’architettura Old Dutch Style. L’ambiente è caratterizzato da colline e montagne che circondano ampie vallate. Diverse aziende vinicole sono aperte al pubblico: fattorie storiche di grande prestigio, aziende moderne con panoramiche sale di degustazione e altre ancora circondate da cornici  naturali idilliache. Non solo vino, però: visitiamo, infatti, Stellenbosch, una delle più antiche cittadine del paese, sede di una famosa Università e di un importante giardino botanico universitario.

notte: Cape Town

GIORNO 6 – FIORI E APARTHEID
Il Kirstenbosch National Botanical Garden è uno dei giardini botanici più ricchi e spettacolari del mondo, esteso sulle pendici di Table Mountain. Oltre a innumerevoli esempi di flora endemica, ospita una sezione dedicata alle specie succulente dei territori aridi del Nord. Dedichiamo il pomeriggio all’apartheid, periodo storico che ha tristemente caratterizzato il Sudafrica. Con l’aliscafo raggiungiamo Robben Island, isola che ospita il penitenziario (oggi un museo) in cui fu detenuto Nelson Mandela. Tornati sulla terraferma, visitiamo il District Six Museum, dedicato al quartiere abitato dalla popolazione che l’apartheid definiva coloured, vivace sia da un punto di vista culturale sia per le attività professionali che vi si svolgevano.

notte: Cape Town

GIORNO 7 – LA TOWNSHIP E LA COSTA OCCIDENTALE
Ci immergiamo nella realtà amara del paese nella township di Langa, accompagnati da una guida culturale locale. Proclamata nel 1927 labour camp per soli uomini, un dormitorio per i lavoratori della zona, è la più antica township di Cape Town, termine che significa sobborgo, ma qui identifica un ghetto dove vive la popolazione di colore degli strati sociali più poveri. Nel pomeriggio, puntiamo verso il West Coast National Park, un’area normalmente desolata e arida che vive una breve ma intensa e colorata primavera: qui, infatti, la fioritura è estremamente spettacolare. Oltre a scorci su spiagge bianchissime, il parco consente l’osservazione di numerose specie di uccelli e con un po’ di fortuna anche di struzzi, antilopi, fenicotteri e zebre.

notte: Cape Town

GIORNO 8 – L’OVERBERG, LA COSTA DELLE BALENE
La sveglia suona presto per la nostra giornata interamente dedicata all’Overberg, una delle aree più interessanti a livello mondiale per l’osservazione delle balene, da cui il nome attribuitole di Whale Coast. A Gordon’s Bay proseguiamo lungo una strada costiera molto scenografica, superiamo alcuni piacevoli villaggi e sostiamo a Hermanus, affacciata sulla spettacolare Walker Bay, circondata dall’oceano e dalla catena dei Kleinriviersberge. Addirittura dalla riva non è difficile notare i caratteristici spruzzi delle balene, poco distanti dalla costa. Dopo pranzo proseguiamo in direzione Gansbaai, un villaggio di pescatori all’estremità meridionale di Walker Bay.

notte: Gansbaai

GIORNO 9 – A CACCIA FOTOGRAFICA DI BALENE
Giornata interamente dedicata all’osservazione delle balene, con possibilità di ammirare i cetacei dalla costa e partecipare a un tour specializzato condotto da personale esperto. L’escursione in barca prevede una durata di circa due ore e include un’isola abitata da colonie di foche. Trascorriamo il resto della giornata alla scoperta dei percorsi costieri della baia, che appartiene alla Cape Floristic Region, sede di migliaia di specie floreali, di cui circa la metà endemiche.

notte: Gansbaai

GIORNO 10 – IL LITTLE KAROO
La Route 62 attraversa il Little Karoo con spettacolari paesaggi: percorrerla è un’esperienza davvero magica, con il tempo scandito dall’alternarsi di picchi rocciosi turriti, valli attraversate da fiumi, passi di montagna che aprono scenari inaspettati, boschi e foreste indigene, villaggi dove il tempo si è fermato. Tra questi ultimi, Montague ospita una ventina di edifici storici in stile Old Dutch, mentre Barrydale e Ladismith offrono una carrellata di fotogrammi che includono empori, caffetterie e stazioni di rifornimento immutati nel tempo. Qui la vita è ancora cadenzata da ritmi antichi: allevamento e agricoltura, attività forestali e distillerie. Per la notte sostiamo a Houdtshoorn, sviluppatasi per l’allevamento di struzzi.

notte: Houdtshoorn

GIORNO 11 – IL GREAT KAROO
Il Great Karoo è un’area centrale caratterizzata dalla presenza di rilievi di basalto denominati koopies in lingua afrikaan; queste formazioni, unitamente alle infinite distese circostanti, rendono la zona assolutamente spettacolare dal punto di vista paesaggistico. Graaff-Reinet è una delle cittadine sudafricane più importanti per la presenza di edifici storici in stile Old Dutch, sede di alcuni musei e di edifici legati alle guerre Anglo-Boere. Nel pomeriggio ci addentriamo nella Valley of Desolation, una vallata da cui si gode un panorama senza fine sul Great Karoo.

notte: Graaff-Reinet

GIORNO 12 – POMERIGGIO NELLA SAVANA
Un trasferimento di circa tre ore ci porta nel cuore del Great Karoo, più precisamente nella riserva privata del Kuzuko Lodge. In pomeriggio saliamo a bordo di autoveicoli 4×4 adattati, condotti da rangers professionisti, e partiamo alla scoperta degli animali della savana, senza trascurare l’ambiente circostante e la flora. La riserva ospita, tra gli altri, ghepardi, giraffe, zebre, decine di specie di antilopi come springbok, gemsbok, eland e kudu, e svariate specie di uccelli, rapaci ed anfibi. Trattamento di pensione completa.

notte: Kuzuko Lodge

GIORNO 13 – ALLA RICERCA DEI BIG FIVE
Oggi ci attendono un safari in mattina e un altro in pomeriggio, alternati da un po’ di relax nel lodge. Non saremo mai stanchi di girovagare per la riserva alla ricerca dei Big Five (elefanti, bufali, rinoceronti, leopardi, leoni). Trattamento di pensione completa.

notte: Kuzuko Lodge

GIORNO 14 – PARTENZA PER L’ITALIA
Dopo colazione partiamo per l’aeroporto di Port Elizabeth, dove salutiamo Corrado e ci imbarchiamo in autonomia per ritornare in Europa.

notte: in aereo

GIORNO 15 – ARRIVO IN ITALIA
Arrivo in Italia.

sab 18 AGOSTO – sab 1 SETTEMBRE – DISPONIBILE

quota base 10:
37.400 ZAR (rand sudafricani) – € 2.361,72

quota base 8:
41.200 ZAR (rand sudafricani) – € 2.601,68

volo da 800 euro indicativi
singola: 10.600 ZAR (€ 669,37)

INCLUDE
. Transfer da/per aeroporti.
. Trasferimenti in minibus con autista dal 2° al 12° giorno dell’itinerario.
. Presenza dell’autore dal 2° all’14° giorno.
. Pernottamenti in camera doppia con colazione.
. Pernottamenti in camera doppia e pensione completa nelle due notti al Kuzuko Lodge.
. Biglietti di entrata a: Table Mountain National Park, Cape of Good Hope Nature Reserve, Boulders Beach (pinguini), Kirstenbosch National Botanic Garden, Robben Island, District Six Museum, Robberg Peninsula Nature Reserve, Tsitsikamma National Park.
. Guida Polaris “Cape Town”.

NON INCLUDE
. I voli internazionali e nazionali.
. Pranzi e cene ad esclusione dei giorni 12 e 13 presso il Kuzuko Lodge.
. Tutte le bevande, anche nei giorni 12 e 13.
. Escursione in barca per l’avvistamento delle balene.
. Biglietto di entrata a musei, gallerie d’arte, parchi nazionali e riserve naturali non inclusi nel programma.
. Spese personali, mance ed eztra.
. Assicurazione sanitario-bagaglio e annullamento viaggio.
. Tutto quanto non indicato nel paragrafo “include”.

Gruppo
minimo 8 e massimo 12 partecipanti.

Viaggio
. Il trasporto da Cape Town al Kuzuko Lodge è previsto a bordo di minibus con aria condizionata.
. La funivia che risale la Table Mountain può essere chiusa in caso di vento. Per lo stesso motivo oppure per il mare mosso potrebbe non essere operativo il servizio traghetti per/da Robben Island.
. Nel corso delle visite a Cape Town e ad altre cittadine, possono essere visitate attrattive non descritte nel programma, il cui biglietto d’ingresso, quindi, non è previsto nella quota.
. L’escursione per l’avvistamento delle balene è in funzione del tempo: in caso di avverse condizioni atmosferiche o del mare, l’escursione può essere annullata senza alcun preavviso.
. I safari all’interno della riserva privata del Kuzuko Lodge sono condotti da rangers professionisti a bordo di autoveicoli 4×4 adattati per permettere ai clienti di fotografare agevolmente gli animali.

Per informazioni sul paese e per le condizioni generali del viaggio scarica la scheda cliccando sul relativo bottone in alto.

IMPORTANTE!!!
Il valore in EURO è indicativo in quanto calcolato in base al cambio ZAR/EURO in vigore oggi. I pagamenti devono avvenire tramite bonifico bancario internazionale in ZAR (Rand Sudafricani) direttamente all’operatore sudafricano, di cui l’autore Corrado Passi è titolare; il controvalore in euro sarà calcolato dalla vostra banca al momento dell’operazione. Questo perché l’iscrizione, quindi anche il contratto di viaggio, è registrata direttamente da Corrado Passi.

Prima di partire, il cliente è OBBLIGATO a stipulare una polizza assicurativa di viaggio a copertura delle spese derivanti dalle prime cure mediche per infortuni e malattie, da furto/o danneggiamento del bagaglio, da rimpatrio per rientro anticipato in caso di incidenti gravi o malattie proprie o dei congiunti più stretti. L’organizzatore si riserva la facoltà di NON accettare clienti sprovvisti di tale assicurazione, ai quali nulla sarà rimborsato.