SUDAFRICA - Cape Town in uno smartphone

Cape Town in uno smartphone
Non un viaggio classico in Sudafrica, bensì un laboratorio di mobile photography in una delle città più scenografiche del pianeta, Cape Town, e nella sua regione. Viviamo un’esperienza diversa e ne carpiamo i segreti più interessanti e i lati meno convenzionali attraverso paesaggi urbani, rurali, marini e di montagna, quartieri esclusivi e township, approfittando del mutamento repentino di paesaggi e clima, di colori ed atmosfere. Ma questo viaggio rappresenta anche un’occasione unica per imparare ad utilizzare la macchina fotografica dello smartphone in modo professionale e cogliere momenti irripetibili attraverso l’utilizzo di uno strumento dalla grandi potenzialità e sempre pronto all’uso. Scopriamo come l’utilizzo di uno smartphone ci consente un approccio migliore con i luoghi e le persone, come contribuisce a darci una visione più immediata della realtà, senza per questo rinunciare in alcun modo alla qualità tecnica ed espressiva.

9 giorni dal 28 settembre al 6 ottobre 2018
gruppo da 10 a 16 partecipanti da
 ?? EURO (in fase di definizione) a persona + volo

in compagnia di Corrado Passi, autore della guida Cape Town, e Giorgio Cosulich, fotografo professionista e co-fondatore di “14&15 Mobile Photographers”, piattaforma per la mobile photography come arte.

GIORNO 1 – PARTENZA DALL’ITALIA
Volo indipendente per il Sudafrica.

notte: in aereo

GIORNO 2 – ARRIVO E INTRODUZIONE A CAPE TOWN
All’arrivo a Cape Town International Airport, dopo aver sbrigato le formalità doganali, incontriamo Corrado e raggiungiamo in minibus privato l’hotel. Nel pomeriggio visita al Waterfront, lo storico complesso portuale ristrutturato e trasformato in un’area dedicata a ristoranti, negozi e locali per ammirare il panorama di Table Mountain dal porto. Tempo permettendo, veduta della città, al tramonto, dalla sommità di Signal Hill.

notte: Cape Town

GIORNO 3 – SCOPRIRE CAPE TOWN
Se nuvole e vento lo consentono, saliamo con la funivia in cima alla Table Mountain, da cui si gode un panorama spettacolare. Sulle sue pendici si estende il Kirstenbosch National Botanical Garden, uno dei giardini botanici più ricchi e spettacolari del mondo, dove abbiamo la possibilità di camminare tra i rami degli alberi tramite un’alta passatoia. Oltre a innumerevoli esempi di flora endemica, il parco ospita una sezione dedicata alle specie succulente dei territori aridi del Nord. Prossima tappa è Groot Constantia, la prima azienda vinicola aperta in Sudafrica. La breve visita alla cantina è propedeutica all’attesa degustazione. Concludiamo la nostra giornata sulle spiagge dei quartieri esclusivi affacciati sull’oceano Atlantico, pronti a immortalare un memorabile tramonto.

notte: Cape Town

GIORNO 4 – LA PENISOLA DEL CAPO
Partiamo presto per l’escursione alla Cape Peninsula. Le prime soste sono dedicate alla storica cittadina di Simons’s Town e alla colonia di pinguini africani di Boulders Beach. Cape of Good Hope Nature Reserve offre panorami mozzafiato sull’oceano, spiagge di sabbia bianca finissima, un promontorio a picco sul mare e una vegetazione endemica, il fynbos, che comprende migliaia di piante. Dopo pranzo rientriamo a Cape Town lungo la strada costiera, un susseguirsi di panorami molto suggestivi con villaggi di pescatori e tratti stradali a picco sull’oceano. L’ultimo scorcio è quello sui contrafforti rocciosi dei Twelve Apostles, che contribuiscono ad accreditare Camps Bay tra le spiagge più scenografiche del pianeta.

notte: Cape Town

GIORNO 5 – L’AMARA REALTÀ DELL’APARTHEID
Dedichiamo la mattina ad una delle visite più interessanti del viaggio e ci concentriamo sull’apartheid, periodo storico che ha tristemente caratterizzato il Sudafrica. Con l’aliscafo raggiungiamo Robben Island, isola che ospita il penitenziario (oggi un museo) in cui fu detenuto Nelson Mandela. Nel pomeriggio ci immergiamo nella storia e nell’architettura cittadina. Sullo storico parco Company Gardens si affaccia, tra gli altri, lo Slave Lodge, forse il più antico edificio del paese, dove erano raccolti gli schiavi prima dell’asta. Non manchiamo di visitare il District Six Museum, dedicato al quartiere abitato dalla popolazione che l’apartheid definiva coloured, vivace sia da un punto di vista culturale sia per le attività professionali che vi si svolgevano. Attraversiamo, poi, Greenmarket Square, risalente all’inizio del XVIII secolo, che presenta interessanti edifici, come la Market House in stile art déco.

notte: Cape Town

GIORNO 6 – LA REGIONE DEI VINI
Le Cape Winelands sono parte integrante di un percorso culturale del Sudafrica; non possiamo, quindi, non dedicarle un’intera giornata. Le Winelands restano un’area a predominanza culturale Afrikaans e conservano edifici storici tipici dell’architettura Old Dutch Style. L’ambiente è caratterizzato da colline e montagne che circondano ampie vallate. Diverse aziende vinicole sono aperte al pubblico: fattorie storiche di grande prestigio, aziende moderne con panoramiche sale di degustazione e altre ancora circondate da cornici naturali idilliache. Non solo vino, però: visitiamo, infatti, Stellenbosch, una delle più antiche cittadine del paese, sede di una famosa Università e di un importante giardino botanico universitario.

notte: Cape Town

GIORNO 7 – LA TOWNSHIP DI LANGA
Ci immergiamo nella realtà amara del paese nella township di Langa, accompagnati da una guida culturale locale. Proclamata nel 1927 labour camp per soli uomini, un dormitorio per i lavoratori della zona, è la più antica township di Cape Town, termine che significa sobborgo, ma qui identifica un ghetto dove vive la popolazione di colore degli strati sociali più poveri. Dopo l’incontro con una guida culturale locale, è prevista una visita al Guga Sthebe Culture & Art Center, un centro culturale dedicato alla produzione di oggetti fatti a mano. Il pomeriggio è libero ed ognuno può organizzarsi come preferisce: ripercorrere le vie del centro a caccia degli ultimi souvenir, visitare altri musei, concentrarsi nel turistico Waterfront oppure prendere un ultimo aperitivo in uno dei locali sul lungomare di Camps Bay.

notte: Cape Town

GIORNO 8 – PARTENZA PER L’ITALIA
Trasferimento in aeroporto, dove salutiamo Corrado e ci imbarchiamo in autonomia per ritornare in Europa.

notte: in aereo

GIORNO 9 – ARRIVO IN ITALIA
Arrivo in Italia.

ven 28 settembre – sab 6 OTTOBRE 2018 – DISPONIBILE

quota in fase di definizione

volo da 800 euro indicativi
camera singola: in fase di definizione

INCLUDE
. Transfer da/per gli aeroporti.
. Trasferimenti in minibus con autista dal 2° al 8° giorno dell’itinerario.
. Presenza dell’autore dal 2° all’8° giorno del fotografo per l’intera durata del viaggio.
. Pernottamenti in camera doppia con colazione.
. Biglietti di entrata a: Table Mountain National Park, Cape of Good Hope Nature Reserve, Boulders Beach (pinguini), Kirstenbosch National Botanic Garden, Robben Island, District Six Museum.
. Guida Polaris “Cape Town”.

NON INCLUDE
. Tutti i voli.
. Pranzi e cene.
. Tutte le bevande.
. Biglietto di entrata a musei, gallerie d’arte, parchi nazionali e riserve naturali non indicati nel paragrafo “include”.
. Spese personali, mance ed eztra.
. Assicurazione sanitario-bagaglio e annullamento viaggio.
. Tutto quanto non indicato nel paragrafo “include”.

Gruppo
minimo 10 e massimo 16 partecipanti.

Viaggio
. La funivia che risale la Table Mountain può essere chiusa in caso di vento. Per lo stesso motivo oppure per il mare mosso potrebbe non essere operativo il servizio traghetti per/da Robben Island.
. Nel corso delle visite a Cape Town e ad altre cittadine, possono essere visitate attrattive non descritte nel programma, il cui biglietto d’ingresso, quindi, non è previsto nella quota.
. Durante il soggiorno possono essere organizzate al momento visite a laboratori di artisti e serate di autentico jazz del Capo; gli eventuali ingressi non sono previsti nella quota.

Per informazioni sul paese e per le condizioni del viaggio scarica la scheda cliccando sul relativo bottone in alto.

IMPORTANTE!!!
Il valore in EURO è indicativo in quanto calcolato in base al cambio ZAR/EURO in vigore oggi. I pagamenti devono avvenire tramite bonifico bancario internazionale in ZAR (Rand Sudafricani) direttamente all’operatore sudafricano, di cui l’autore Corrado Passi è titolare; il controvalore in euro sarà calcolato dalla vostra banca al momento dell’operazione. Questo perché l’iscrizione, quindi anche il contratto di viaggio, è registrata direttamente da Corrado Passi.

Prima di partire, il cliente è OBBLIGATO a stipulare una polizza assicurativa di viaggio a copertura delle spese derivanti dalle prime cure mediche per infortuni e malattie, da furto/o danneggiamento del bagaglio, da rimpatrio per rientro anticipato in caso di incidenti gravi o malattie proprie o dei congiunti più stretti. L’organizzatore si riserva la facoltà di NON accettare clienti sprovvisti di tale assicurazione, ai quali nulla sarà rimborsato